Da Fermo ad Ascoli Piceno

Itinerario 3

La città di Fermo, 20 km a sud del camping, arroccata e cinta da mura, conserva un intatto impianto rinascimentale. Sulla sommità, in posizione panoramica, si trovano la Cattedrale dell’Assunta e la piazza del Girfalco. Da visitare la Piazza del Popolo, le cisterne romane, la pinacoteca (con una pala del Rubens), la Sala del Mappamondo e i Musei Scientifici di Villa Vitali.

la collina di Fermo
Photo © Daniele Pieroni
la spiaggia di San Benedetto del Tronto
Photo © Comune di San Benedetto del Tronto – Regione Marche Tourism

Torre di Palme, frazione di Fermo, è un minuscolo borgo medioevale arroccato su un promontorio vicino al mare. Il centro storico è un vero gioiello e dalla piazza si gode di un bel panorama sul litorale.

Tornando sulla costa, le graziose cittadine di Porto San Giorgio e San Benedetto del Tronto vantano delle grandi spiagge di sabbia protette da scogliere, ideali per famiglie e bambini, ma sono anche ricche di ristoranti e locali.

Cupra Marittima ospita invece un pregevole Museo Malacologico, con un’esposizione di un milione di conchiglie da tutti i mari del mondo.

Risalendo la valle del Tronto, si giunge ad Ascoli; il grande centro storico della “città dalle cento torri” è costruito quasi interamente in travertino bianco. Sulla monumentale Piazza Arringo si affacciano la Cattedrale di Sant’Emidio, il Museo Diocesano e il Palazzo Comunale, che ospita la Pinacoteca Civica, con opere tra gli altri di Tiziano, Tintoretto, Guido Reni e Carlo Crivelli. Al lato del Palazzo si trova lo storico Caffè Meletti, con interni liberty, la cui specialità è indubbiamente l’“Anisetta Meletti”, liquore a base di anice verde. Ascoli è nota inoltre per le olive fritte all’ascolana, da gustare insieme all’insolita crema fritta.

olive all'ascolana
Photo © Giorgio Barchi – Regione Marche Tourism